Benvenuta UNESCO!

Il paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato diventa Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Cinquantesimo sito italiano, le colline più famose al mondo conquistano la nomina dell’Unesco come paesaggio culturale, ovvero il risultato dell’azione combinata tra uomo e natura. La sapiente lavorazione e il continuo perfezionamento delle tecniche di coltivazione dei vitigni Nebbiolo, Moscato Bianco e Barbera, hanno portato a risultati straordinari che si manifestano nello splendore di un paesaggio unico al mondo. La costante e appassionata dedizione di persone che da generazioni coltivano i vigneti seguendo tradizioni e sapere contadino hanno fatto di Langhe-Roero e Monferrato un territorio di eccezionale valore universale.